Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

I benefici della manutenzione e i costi delle opere inutili

Il crollo del controsoffitto della pensilina della stazione di Santa Maria Novella è lo specchio di Firenze e di tutto il paese. Dopo gli inni di gioia per un malinteso risultato dell’analisi costi benefici sul sottoattraversamento TAV la realtà torna spietata a farsi sentire, mettendo ancora in evidenza che questo paese ha un enorme bisogno di cura e manutenzione. Il crollo del soffitto della pensilina è la conseguenza di una gestione delle infrastrutture che guarda solo alla costruzione (molto redditizia) dimenticando il restauro (che non interessa alle grandi imprese, ma che darebbe molti posti di lavoro). Anche le strida del Sindaco contro le FS appaiono ridicole, visto che fino a ieri ha solo chiesto l’apertura di cantieri. È anche patetico il sollievo alla notizia che l’analisi costi benefici condotta per il MIT sia “positiva”, dopo che si sono sparate tutte le bordate possibili contro verifiche di altre opere che sono totalmente negative. Truccare le carte pare lecito quando l…

Ultimi post

Infrastrutture fiorentine con il mal del calcinaccio

Firenze: il nostro aeroporto è il treno

APERICENA E ASSEMBLEA ASSOCIAZIONE NO TUNNEL TAV ODV

Presentazione rivista Il Ponte con ampio articolo critico su mobilità fiorentina

Salviamo i lavoratori TAV, non una pessima società come Condotte

Il Comitato No Tunnel scrive una lettera aperta alla CGIL

VERSO LA PIANIFICAZIONE DELLA MOBILITÀ SOSTENIBILE NELLA METROAREA FIORENTINA

Per chi non vuol dimenticare

TAV: dopo quella dei costi chi fa l’analisi dei malefici?

Nardella e i tunnel TAV fiorentini, una storia incredibile