22 marzo 2006

L'Alta Velocità entra in città. Ecco tutti i danni

La linea ferroviaria ad Alta Velocità, da anni alle porte di Firenze, sta ora per entrare in città.
Dopo aver gravemente danneggiato l’equilibrio territoriale e idrogeologico delle montagne del Mugello, ora è la volta di Firenze, dove vorrebbero realizzare il passante ferroviario dell’Alta Velocità per collegare la tratta verso Bologna con quella verso Roma. I lavori consistono nella realizzazione di:
1. Scavalco ferroviario di Castello, per impedire la sovrapposizione delle linee ferroviarie dell’A.V. con quelle ordinarie.
2. Due tunnel di 8 km del diametro di 9 metri ad una profondità media di 25 m. da Castello a Campo di Marte.
3. Gigantesca buca di 45 x 500 metri, profonda 30 metri, per ospitare la stazione sotterranea dell’Alta Velocità con servizi annessi (centri commerciali, parcheggi, banche, ecc.) da via Circondaria al sottopasso di Viale Redi.

Nessun commento: