06 settembre 2006

Bruno (PdCI): Sottoattraversamento non è priorità

Sono l' ammodernamento della rete ferroviaria regionale, l' acquisto di nuovo materiale rotabile, la realizzazione del Polo tecnologico dell' Osmannoro insieme al potenziamento del Porto di Livorno e il completamento del Corridio tirrenico, le vere priorita' infrastrutturali della Toscana, e non il sottoattraversamento di Firenze. Ne e' convinto il consigliere regionale del Pdci Edoardo Bruno che in una nota, diffusa proprio nelle ore dell'incontro tra il ministro alle Infrastrutture Antonio Di Pietro e il presidente della Toscana Claudio Martini, sottolinea come ''queste sono le vere necessita' da portare al tavolo del Governo e i temi da sciogliere nei prossimi mesi''.
''Il dibattito sulla realizzazione dei grandi interventi infrastrutturali in Toscana non puo' essere, scioccamente - prosegue Bruno -, fuorviato dalla discussione sull'attraversamento ferroviario sotterraneo della citta' di Firenze''. Per il consigliere del PdCi, ''mentre nelle altre realta' metropolitane, quali Milano e Roma, le merci vengono fatte passare attraverso linee dedicate esterne al contesto urbano, a Firenze si vorrebbe continuare a far transitare le merci all' interno della citta' e, peggio ancora, in sotterranea''. Una scelta sbagliata, quella del sottoattraversamento ferroviario, secondo Bruno, sia dal punto di vista economico che urbanistico perche' ''la collocazione della stazione sotterranea tra Castello e Santa Maria Novella, da una parte fa venir meno centralita' di S. Maria Novella e dall'altra si allontana dal 'nodo' rappresentato da Castello, vera cerniera del sistema metropolitano e regionale''.
(fonte: agenzia di stampa)

Nessun commento: