05 ottobre 2006

La cattiva strada. Il 10 ottobre a Firenze

La cattiva strada
I danni della Legge Obiettivo, dal Ponte sullo Stretto alla TAV
Martedì 10 ottobre 2006, ore 21.00. SMS RIFREDI. Via Vittorio Emanuele 303
Una ricerca delle Università di Firenze, Camerino, Venezia, Roma Tre e WWF. Alberto Perdisa Editore

Intervengono: Stefano Lenzi, responsabile istituzionale WWF Italia. Alberto Ziparo, Urbanista Università di Firenze; Sandro Targetti, Comitato contro il sottoattraversamento. Coordina Maurizio De Zordo. Con la partecipazione di Daniela Anceschi, Piero Baronti, Teresa Crespellani, Paul Ginsborg, Giorgio Pizziolo, Ornella De Zordo, Manlio Marchetta, Vittorio Maschietto, Monica Sgherri. Seguirà la proiezione di un documento su come le grandi opere devastano il territorio

Una serata per presentare ai fiorentini il dannoso e inutile progetto di sottoattraversamento della TAV a Firenze. Un tunnel di 9 km tra Campo di Marte e Rifredi dal costo di oltre un miliardo di euro e dagli effetti devastanti per la città che potrebbero essere evitati con l'attraversamento di superficie della linea dell'Alta Velocità.
Durante la serata si potrà prenotare il biglietto del treno per la manifestazione nazionale contro le 'Grandi Opere Inutili' che si terrà a Roma sabato 14 ottobre.
per cancellare la Legge Obiettivo e ridefinire il programma di realizzazione di opere pubbliche, nei settori trasporti, territorio, energia, rifiuti, etc. Per promuovere un nuovo Piano generale dei Trasporti e Nuovi Programmi, Nazionali e Regionali, per l'energia, i Rifiuti, il territorio, il Paesaggio e, quindi, per lo Sviluppo Locale Sostenibile, realizzati secondo l'approccio irrinunciabile della tutela e valorizzazione ambientale, della partecipazione dei cittadini e della reale utilità sociale delle operazioni proposte.

1 commento:

mariangela ha detto...

Sul sito del TAV per qualche tempo è rimasto il preventivo aggiornato al
2005 della tratta FI-BO, ESCLUSO il sottoattraversamento di Firenze di cui
Marco Sisi si scandalizza non so con quanto intento mestatorio (convinta che
sei in buona fede, ma mi verrebbe da chiederti se finora hai vissuto sulla
luna), si trattava di 5.300 milioni di euro (1/6 della finanziaria per
ragionare con i tuoi efficaci parametri!), ebbene quando l'Associazione
ambientalista Idra, divulgò che in pochi anni il costo preventivato
inizialmente era per stessa ammissione di TAV, QUINTUPLICATO, TAV oscurò i
dati, occhio non vede cuore non duole.
Indignati per il dissanguamento dell'erario e delle risorse che renderebbero
la nostra vita degna di un paese civile, pittosto! Indignati per le lacrime
da coccodrillo dei nostri amministratori e ministri del governo che
genuflettendosi a Martini riaffermano essere il sottoattraversamento una
priorità irrinunciabile: Pazzesco, questi sono peggio che sconsiderati.
Tempo fà ho letto che anche a questo punto con le gallerie FI- BO quasi
completamente scavate ma in perpetuo rifacimento perchè "ammalorate", c'è
chi si è divertito, per puro divertimento da dilettante, a calcolare che
"smetterla" vorrebbe dire un enorme risparmio rispetto ai costi ancora
necessari (rifacimento armato delle volte fatte senza armatura, finiture,
binari etc ma specialmente la galleria di soccorso ancora tutta da fare, a
dire il vero nemmeno progettata ma senza la quale pare non potrebbe essere
fatto il collaudo, etc)

Nessun errore nei numeri del costo per i sottoattraversamento di Firenze
(pensa poi che i costi sanitari e sociali come al solito non sono
conteggiati); costa davvero come un trentesimo circa della finanziaria (per
ora, ma avrà modo di quintuplicarsi) e i soldi non ci sono; ma l'hi visto
oggi il presidente dell'ANCI a piangere miseria a Roma?
Un saluto, Mariangela Sirca
da vedere:
http://associazioni.comune.fi.it/idra/inizio.html
www.tav.it,


----- Original Message -----
From: marcosisi@inwind.it
To: "nomultisala" nomultisala@spippolo.it
Sent: Thursday, October 05, 2006 8:30 PM
Subject: Re: [Comitato_No_multisala]Fw: [FSF] NoTav 10/10 - La cattiva
strada - Sms Rifredi Firenze


Un miliardo di euro? Cioè 1936,27 miliardi di vecchie lire?
Scusate ma, indipendentemente dall'essere a favore o contro un'opera del
genere, mi sembra che il costo sia spropositato. Spendere un trentatreesimo
della prossima Finanziaria "solo" in un tunnel... qualcosa non mi torna.
Credo che una verifica alle cifre reali, anche per non farsi ridere dietro
dagli avversari, non guasterebbe.
Saluti,

Marco Sisi