22 maggio 2009

Comunicato stampa

Oggi venerdì 22 maggio 2009 alle ore 16.00 il Comitato contro il Sottoattraversamento AV di Firenze farà un presidio in viale Corsica, davanti alla scuola Rodari, in solidarietà con i ragazzi e le famiglie che frequentano la scuola.
Questo complesso didattico ha la sventura di sorgere accanto ai futuri cantieri della stazione dell'alta velocità. Per "proteggerlo" da rumori, polveri e altri inquinanti viene eretto una muraglia alta più di 7 metri. Immaginiamo il sollievo di insegnanti e ragazzi che lavoreranno davanti ad un muro uguale a quello che circonda il carcere di Sollicciano!
L'assurdo è che i lavori non potranno iniziare a breve perché ancora il progetto esecutivo non ha avuto il nulla osta dell'Osservatorio Ambientale, ma si impone alla cittadinanza la presenza dei cantieri e i disagi di vivere accanto ad una parete di cemento per almeno un anno.
Tra l'altro negli accordi fra Comune e Ferrovie dello Stato è previsto che all'inizio dei lavori la scuola sia trasferita in altro luogo.
Invece non si rispettano nemmeno questi impegni pur discutibili e si costringono inutilmente centinaia di bambini a vivere a ridosso di un muro.
Evidentemente gli interessi sono fortissimi e i sostenitori dell'opera assolutamente indifferenti alle condizioni di vita di chi vive vicino ai cantieri. Ma ormai le cronache di disperazione di chi vive o è vissuto vicino ai cantieri TAV sono ben documentate in Mugello, a Bologna, a
Roma...

Comitato contro il Sottoattraversamento AV di Firenze
notavfirenze@gmail.com
338 3092948

Nessun commento: