30 settembre 2009

Lettera aperta ai capigruppo del Consiglio Comunale

Lettera aperta ai capigruppo consiliari del Comune di Firenze perché si tenga una sessione aperta del Consiglio Comunale sul tema dell'alta velocità.

Siamo semplici cittadini appassionati della nostra bella città. Ci sta a cuore il suo futuro e per questo siamo preoccupati per la possibile realizzazione di alcune imponenti infrastrutture come il passante ferroviario dell'alta velocità.
Sappiamo che il progetto di doppio tunnel e di stazione ai Macelli ha enormi problemi ambientali, interferendo pesantemente sulla falda e per il sicuro verificarsi di subsidenze in fase di scavo delle gallerie.
Stiamo constatando che, al di là del balletto di cifre che circolano sulla stampa, i costi previsti per la realizzazione dell'opera sono molto alti e che quelli non ancora previsti in bilancio per le opere di mitigazione ambientale sono fuori da ogni controllo.
Abbiamo preso atto del fatto che al momento ci sono diverse soluzioni alternative a quella che sta per essere avviata.
Abbiamo constatato con piacere che da parte di molti gruppi politici e anche del nuovo sindaco ci sia l'intenzione dichiarata di ripensare il progetto che è stato appaltato e che attende il nulla osta dell'Osservatorio Ambientale.
Per questo motivo chiediamo a tutti voi che domani, durante la prevista conferenza dei capigruppo, approviate la richiesta di tenere una sessione del Consiglio Comunale aperta agli interventi dei tecnici, in cui si possano confrontare i progetti presenti al momento del dibattito cittadino.
Riteniamo indispensabile sospendere i lavori di cantierizzazione - che vedono la demolizione di alcuni edifici di pregio come la vecchia Dogana dei Macelli, proprio mentre vi scriviamo - almeno finché non saranno sciolti tutti i dubbi relativi a questo progetto.
Riteniamo questa scelta molto importante sia per la città di rilevanza mondiale che si trova ad affrontare il più grande intervento infrastrutturale dopo gli interventi del Poggi, sia per i Fiorentini, che sono preoccupati dai problemi derivanti da una tale opera: è indispensabile infatti assicurare ai consiglieri e a tutti i cittadini una corretta e sufficiente informazione in modo che possano partecipare a ragion veduta a decisioni che riguardano il presente e il futuro delle loro vite e di quelle dei loro discendenti, senza pregiudicare con scelte partecipate solo formalmente il futuro di risorse limitate come il suolo e il sottosuolo della città. Ci pare importante consentire questa sessione del Consiglio Comunale anche per non mortificare il rinascente interesse per la politica da parte dei cittadini; finora la discussione è stata chiusa nelle stanze delle istituzioni, riservata a trattative con l'Amministratore Delegato delle FS o affidata solo a comunicati stampa. Partecipazione è anche garantire trasparenza e completezza dell'informazione, saper ascoltare le voci, i timori, i suggerimenti che si alzano in città.
Auguriamo buon lavoro.

Comitato SanSalvichipuò
Comitato contro il sottoattraversamento AV di Firenze

Nessun commento: