06 ottobre 2009

Confronto fra progetti

Da un nostro volantino distribuito ieri durante il presidio di fronte a Palazzo Vecchio:

In questi giorni l'Osservatorio Ambientale sta valutando se esprimere un parere favorevole al progetto esecutivo di sottoattraversamento dell'alta velocità ferroviaria – nodo di Firenze.

E' il più grosso progetto a Firenze da quello del Poggi nel 1865 e ben più invasivo. Avrà pesanti ripercussioni sulla città.

Noi lo abbiamo confrontato con una delle soluzioni alternative, quella di superficie:



Progetto di SOTTO- ATTRAVERSAMENTO

Progetto di
SUPERFICIE

MODALITA'

Tunnel di oltre 7 km sotto la città

Due nuovi binari in gran parte già esistenti dedicati all'AV

STAZIONE

Sotterranea, agli ex Macelli.
Una voragine di m 500x50x30
Distruzione del parco dei Macelli

Utilizzo di una delle stazioni che già esistono tra Campo Marte, Statuto, Rifredi, Castello

CANTIERI

4 cantieri: al Sodo, ai Macelli, in piazza della Libertà, a Campo Marte

1 lungo la ferrovia tra Statuto e le Cure

COSTI

1 miliardo 700 milioni dichiarati
3 miliardi almeno previsti

300 milioni

TEMPI

8 anni dichiarati dai progettisti
almeno 12 tenendo conto della mole dei lavori

3 anni compreso il tempo per fare una seria Valutazione di Impatto Ambientale

RISCHI

Falda

Interferenza del tunnel e della stazione con le acque sotterranee con gravi pericoli di cedimenti di ampie zone

nessuno

Edifici a rischio

Tutti quelli a meno 250 m dal tunnel, cioè circa 400

5 di cui solo 2 abitazioni

Impatto con l'ambiente

Centinaia di TIR ogni giorno, rischio cedimenti, impatto con falda, smaltimento di 3 milioni di m3 di materiale

Quelli derivanti da un cantiere in area ferroviaria

RICORDATE

MUGELLO

Il Tribunale di Firenze ha condannato in 1° grado i vertici della CAVET per i danni ambientali prodotti: interi corsi d'acqua scomparsi, distrutti 37 sorgenti, 30 pozzi, 5 acquedotti. Un disastro ambientale “monitorato attentamente” dall'Osservatorio ambientale

BOLOGNA

Per i lavori della stazione sotterranea: traffico impazzito, inquinamento acustico e da polveri anche di notte, fogne danneggiate, interi stabili evacuati, le attività economiche e commerciali della zona distrutte, i cittadini abbandonati dalle istituzioni cercano di difendersi ricorrendo alla magistratura


3 commenti:

Anonimo ha detto...

Non c'è assolutamente paragone.
E' meno impattante il sotto attraversamento.

Tiziano ha detto...

Impatto con l'ambiente: "Quelli derivanti da un cantiere in area ferroviaria"?!?!? Avete presente di dove passa la ferrovia dentro firenze? Si tratta di rifare nuove gallerie, allargare trincee, ricorstruire cavalcavia, abbattere case (più di 2). Cerchiamo di non dire cose semplicistiche, sennò si finisce come per la tramvia che sembrava che avesse i cordoli di mezzo metro a lato e fosse alta come il battistero.

I'Babbo ha detto...

Non essendo un ingegnere edile posso solo basarmi su pareri espressi da tecnici pro e contro.
Ma quello che da padre di figli allergici posso assicurare è che per i lavori attuale propedeutici alla alta velocità, l'inquinamento atmosferico da polveri, nel mio quartiere, è sicuramente aumentato. E visto che per tali lavori Firenze sarà tutto un quartiere....
Questo credo che sia un fattore abbastanza importante.