09 dicembre 2009

News 5

Pubblichiamo un articolo odierno di Repubblica; come si vede, non è ancora così chiaro se la stazione Foster si farà o meno. La confusione e l'approssimazione sono grandi: noi da parte nostra sottolineiamo solo che il tracciato dei due tunnel è funzionale alla collocazione della stazione agli Ex-Macelli e che a maggior ragione una stazione a Campo di Marte rende ancora più assurdo il sottoattraversamento mentre si completa naturalmente con il passaggio in superficie.

Ferrovie e Regione: mini-stazione Foster
Alta velocità, a due giorni dal vertice col ministro nuova proposta per viale Belfiore
Alta velocità, caccia alla stazione che metta tutti d´accordo. Ma a due giorni dal nuovo vertice col ministro Matteoli annunciato come «conclusivo», la soluzione è ancora per aria. Il sindaco Matteo Renzi scommette ancora sulla fermata intorno alla Fortezza, che garantirebbe un rapido collegamento con Santa Maria Novella. Se non quella sotto il binario 16, che per effetto del tracciato del tunnel obbligherebbe le Freccerosse a fermarsi in curva, almeno quella sotto il palazzo Mazzoni, all´angolo tra viale Belfiore e viale Redi, a pochi metri dai binari di superficie. Ma le posizioni restano ancora lontane.

D´accordo con la Regione, le Ferrovie hanno studiato una soluzione proprio al palazzo Mazzoni. Qualcosa di più però di una semplice fermata: l´ipotesi dei tecnici Italferr, che in queste settimane stanno studiando le possibili soluzioni del rebus fiorentino, è quella di cancellare il «catino» della stazione agli ex Macelli. Cioè l´immenso scavo lungo 500 metri e profondo 50 per il quale l´Osservatorio ambientale di Pietro Rubellini sta ancora elaborando prescrizioni e raccomandazioni allo scopo di «controllare» l´impatto sulla falda e ridurre il rischio idrogeologico che si rifletterebbe sugli edifici. Al posto del «catino», sul quale Renzi ha già posto il veto, una semplice fermata a tre banchine, lunghe comunque 500 metri (i Frecciarossa sono lunghi 400 metri): due lungo i binari di percorrenza e una terza banchina di sosta per evitare che la fermata dei treni ad Alta velocità crei ritardi e code.

Sopra la fermata, nell´idea di Italferr, verrebbe salvata però gran parte della copertura di acciaio e vetro di Norman Foster: solo verrebbe spostata in direzione di viale Belfiore, rispetto agli ex Macelli del progetto attuale. Potrebbe essere la soluzione? A quanto pare l´idea non piacerebbe a Renzi: «Perché dovremmo consentire alle Ferrovie un centro commerciale come quello previsto da Foster?», avrebbe detto giovedì scorso ai suoi collaboratori di ritorno dal vertice con il ministro dei trasporti Altero Matteoli, l´amministratore di Ferrovie Mauro Moretti, l´assessore regionale Riccardo Conti e il presidente della Provincia Andrea Barducci.
La stazione si farà dunque a Campo di Marte? E´ il piano «B» del sindaco, che per il momento rimane però fermo all´idea della fermata alla Fortezza. Non sarà che alla fine si lascerà tutto com´è, secondo il progetto attuale, e si realizzerà invece la stazione agli ex Macelli? E' quello che teme Ornella De Zordo, che proprio ieri, a poche ore dal nuovo vertice, ha scritto una lettera aperta al sindaco per ricordare che la stazione Foster va fermata ad ogni costo: «Un progetto che avrà un impatto devastante, che provocherà rumore e polveri, che bloccherà la falda e che potrebbe causare lesioni gravi agli edifici in prossimità dello scavo», insiste De Zordo.

Nel vertice della scorsa settimana il sindaco Renzi ha già pronunciato un no a tutto tondo per il progetto Foster. Che pure è riapparso sul tavolo un minuto dopo la consegna dello studio Italferr sulla fermata sotto viale Lavagnini. Un progetto teoricamente possibile ma ad altissimo impatto: il viale dovrebbe rimanere chiuso per anno e mezzo. Di fatto un progetto impossibile. Di fronte al quale Ferrovie e Regione hanno preso la palla al balzo, durante la riunione di giovedì scorso, per suggerire di lasciare tutto com´è: «Andate pure avanti, ma senza il Comune di Firenze», è stata una settimana fa la risposta del sindaco. La stessa che Renzi ripete oggi, a proposito della stazione prevista sotto gli ex Macelli.

Fonte: Repubblica

Nessun commento: