19 giugno 2010

Appello ai gruppi politici che in Regione dicono di opporsi al progetto di Passante AV di Firenze

Le/i semplici cittadine/i di Firenze, i genitori degli alunni delle scuole Rodari e Rosai, le associazioni, i movimenti, e quanti si ritrovano nel nel Comitato contro il Sottoattraversamento AV di Firenze chiedono calorosamente ai gruppi politici, presenti nella Regione Toscana, che sono perplessi sulla realizzazione di questo progetto di aprire finalmente un dibattito all'interno dell'istituzione in cui lavorano.
Le recenti dichiarazioni del sindaco Renzi sulla stazione Foster mettono in luce tutti i problemi del progetto TAV di Firenze che il Comitato ha denunciato da sempre.
Il professor Alberto Magnaghi, durante il suo intervento all'assemblea della Rete Toscana dei Comitati per la difesa del Territorio, si è chiesto “come sia possibile che un progetto demenziale come il Sottoattraversamento di Firenze sia arrivato in fase di realizzazione”. Tutti noi ce lo stiamo chiedendo da tempo e giriamo la domanda a voi che ci dovreste rappresentare.
Se un progetto inutile per i trasporti e la città, costoso in maniera esorbitante, dai rischi ambientali altissimi, arrivasse ad essere realizzato darebbe un colpo durissimo non solo a Firenze, ma sarebbe un sintomo pessimo delle condizioni della democrazia anche in Toscana, la regione che si pretende modello per il resto d'Italia.
Tra l'altro la vicenda di cui parliamo si inserisce in un momento in cui le inchieste della magistratura dimostrano quanto il “partito del cemento” stia inquinando pesantemente tutta la politica nazionale.
Confidiamo in una robusta risposta politica da parte vostra.

Resta sempre valido e reiterato l'invito alle istituzioni toscane per venire ad un confronto tra tecnici lunedì 21 giugno 2010, ore 21, nella sala dell'Istituto Stensen, viale Don Minzoni 25.

Nessun commento: