29 novembre 2010

Assemblea dei ricorrenti e di tutti i cittadini

Siamo ad un momento cruciale della nostra battaglia per impedire che lo scempio della città, delle risorse pubbliche (cioè nostra) arrivi ad un punto di non ritorno.
La decisione del magistrato di rinviare l'udienza all'8 febbraio ha degli aspetti positivi: il ricorso non è stato rifiutato, le FS non hanno presentato praticamente nessuna seria memoria che contrasti le analisi dei nostri tecnici, i dati scientifici che abbiamo a sostegno sono schiaccianti. Il problema è che da oggi a febbraio i lavori a Campo di Marte potrebbero compromettere seriamente il deflusso della falda sotterranea creando i temuti rischi per gli edifici nella zona attorno a via Mannelli al ponte del Pino. Dobbiamo muoverci con sollecitudine.
La giudice ha anche stabilito che i ricorrenti abbiano un confronto al Ministero dell'ambiente sui rischi dei tunnel; certamente la magistratura ha implicitamente legittimato ciò che chiediamo da anni, ma oggi il tempo è poco e la tattica dei costruttori è portare avanti lo sventramento della città e costringerci ad accettare l'empietà perpetrata.
Per questo urge una assemblea dei ricorrenti nell'azione legale e di tutti i cittadini per dare delle linee di indirizzo all'azione del comitato, del collegio legale.
E' importante anche far conoscere le risultanze scientifiche emerse dall'enorme lavoro che il collegio dei tecnici ha elaborato a supporto dell'azione legale. Ci sono importanti e inquietanti risultati che dobbiamo rendere pubblici.
Per questi motivi abbiamo organizzato in fretta e furia una

ASSEMBLEA
1 DICEMBRE 2010
ORE 21.00
Sala dell'Istituto Stensen
Viale Don Minzoni

Agli interventi introduttivi seguirà un dibattito aperto.
Dalla riunione dovranno uscire decisioni condivise da tutti e motivate.

Nessun commento: