30 novembre 2010

Comunicato stampa 2

Treni merci sulle linee TAV?
Ma vogliamo scherzare?


Le/i cittadine/i Comitato contro il Sottoattraversamento AV leggono sbigottiti le dichiarazioni della presidente della commissione lavoro del Comune Stefania Collesei dove si sostiene il passaggio del traffico merci sulla futura linea sotterranea.
Evidentemente la presidente Collesei non è una ferroviera: il transito delle merci sulle linee TAV non è tecnicamente impossibile, ma, tra l'intensità dei convogli AV, i binari di accesso alle gallerie fiorentine che sono progettati per consentire l'accesso solo dalla linea TAV, queste dichiarazioni appaiono solo una battuta spiritosa. Sarebbe come far passare i TIR sull'autodromo del Mugello...
Che poi si faccia anche supporre che il transito dei treni merci in galleria renderebbe più sicura la città da eventi come quelli avvenuti a Viareggio è semplicemente surreale.
La sicurezza dei treni come quelli di Viareggio si ha solo con una attenta e meticolosa manutenzione dei carri, delle linee, dei locomotori. Ma attualmente le risorse per la manutenzione sono in crollo verticale, tutto è immolato in opere inutili come il sottoattraversamento di Firenze. Forse i nostri amministratori non lo sanno, ma alle officine ferroviarie dell'Osmannoro iniziano problemi di approvvigionamento dei pezzi di ricambio.
Il Comitato stigmatizza anche le reiterate dichiarazioni che prevedono di liberare i binari di superficie per il trasporto locale. Da sempre chiediamo di vedere per lo meno una bozza di progetto di fattibilità di una cosa del genere, ma nessuno ha mai visto nulla.
Se poi teniamo conto del fatto che la società merci Cargo è in smantellamento, che da gennaio la mannaia dei tagli si abbatterà anche sul traffico regionale, che l'assessore regionale Luca Ceccobao tace rigorosamente su questi problemi, è facile prevedere che i binari fiorentini di superficie si libereranno molto prima del passaggio dei treni AV in sotterranea.

Nessun commento: