03 novembre 2010

comunicato stampa

Comitato notunneltav: Regione e Governo si ravvedano, l'importante è la tutela del territorio, non la realizzazione di “grandi opere inutili”.

Il Comitato contro il Sottoattraversamento AV di Firenze rivolge un appello alla Giunta Regionale Toscana perché finalmente si ponga attenzione ai veri problemi che travagliano l'Italia e la Toscana; uno di questi è la messa in sicurezza del territorio, come viene evidenziato ogni volta che normali vicende climatiche stagionali provocano tragedie come quella consumata in provincia di Massa.
Il Comitato concorda con il Presidente della Regione Rossi a rimproverare al Governo una scarsa attenzione al problema, ma ci tiene a far rilevare come anche la Regione ha delle grandi responsabilità, presa dalla stessa logica delle “grandi opere inutili”, privilegiando la spesa di un numero ancora indefinibile di miliardi per la realizzazione di un inutile tunnel, invece che nella difesa del territorio. Per esempio, uno degli interventi che si dovrebbero e si potrebbero fare velocemente, creando molti posti di lavoro vero, è la sistemazione idraulica del bacino dell'Arno e dei suoi affluenti.
Che invece si continui, da parte del presidente Enrico Rossi e dell'assessore Luca Ceccobao, con la favola che si libereranno binari in superficie o che ci si nasconda, come l'assessora Anna Marson, dietro la scusa che le decisioni sono state prese da giunte precedenti, ci pare davvero poco edificante, specie oggi davanti alle vittime della pessima politica urbanistica e di tutela dell'ambiente nazionale e regionale.
Le/i cittadine/i del Comitato si rendono conto ogni giorno di più che il nostro paese è paralizzato dagli interessi dei signori del cemento che riescono ad imporre alla politica nazionale e locale solo le loro logiche di sfruttamento del territorio e delle finanze pubbliche. La responsabilità per i troppi morti dovuti a cause che si potrebbero prevedere, pesano come macigni sul sistema economico e politico italiano, ma anche su quello toscano. Il Comitato contro il Sottoattraversamento si augura davvero che i tragici eventi di questi giorni servano a risvegliare una coscienza morale negli amministratori regionali, se intendono davvero proporsi come alternativa al malgoverno imperante in Italia.

Nessun commento: