15 novembre 2010

INFO POINT con Beppe Grillo 3

Pubblichiamo un secondo video e un breve articolo sull'intervento di Beppe Grillo sul Tunnel TAV di Firenze al nostro info point.




LA NAZIONE 13/10/2010

Il ciclone Grillo contro la Tav
«Stanno bucando la vostra città e ve ne state a guardare»
di EMANUELE BALDI


«MA COSA ve ne frega di avere un treno che sfreccia a 300 chilometri all`ora sotto casa se poi per andare da Firenze a Siena vi ci vogliono due ore? Ma di cosa stiamo parlando? Fiorentini, sveglia! Stanno bucando la vostra città, la più bella del mondo, e voi state fermi a guardare?». Il ciclone Beppe Grillo piomba in piazza della Repubblica quando sono passate le cinque un minuto. Si ferma davanti airinfo-point del comitato anti-tunnel Tav, impugna il microfono e spara a zero davanti a circa duecento persone. Dieci minuti. Il tempo di attaccare chi progetta («truffatori della mobilità che parlano di progetti vecchi di 20 anni»), i costruisce («basta con questo cemento che va a rimpolpare bilanci find di società quotate in Borsa») e il premier Berlusconi («quando a Craxi tiravano le monetine c`era il suo delfino Berlusconi che ne prendeva il posto perché era un personaggio scomodo. Oggi sta succedendo la stessa cosa: scomodo è diventato lo psiconano e dietro ci sono quelli che sono stati con lui per 15 anni e che vorrebbero cambiare il Paese»).
MA LA FRECCIA più velenosa Grillo la riserva al sindaco Matteo Renzi: «L`ebetino con i rottamatori ha smosso un po` le acque, ma lui è alla terza legislatura. E i finti giovani sono peggio dei vecchi». Poi il comico genovese è tornato sul caso Tav: «Per forza ora il vostro sindaco dice di essere contrario, perché sa benissimo che i lavori porteranno un gran casino in città quindi mette le mani avanti. Ma c`era lui in Provincia quando sono stati firmati i contratti...».
POI L`APPELLO ai fiorentini con una battutaccia al vetriolo sui rappresentanti del comitato anti-Tav («guardateli, sono vecchi, ma dove andiamo con questi? Il mondo lo devono cambiare i giovani...»): «Svegliatevi, non ve lo deve dire uno che viene da Genova che esiste un progetto alternativo da 300 milioni di euro con i binari in superificie fatto dalla vostra bellissima Università. 300 milioni contro un altro che costa un miliardo e mezzo. Sveglia, la colpa è vostra se sta succedendo tutto questo. Fate almeno un referendum». Alle cinque e un quarto, circondato da alcuni fedelissimi «grillini» tra cui l`ex candidato sindaco Alfonso Bonafede, il comico si è infilato in una gelateria di via del Corso, tra i flash dei passanti.

Nessun commento: