19 giugno 2011

PRESIDIO PER LA VAL DI SUSA

Le notizie che arrivano dalla Val di Susa ci paiono gravi; abbiamo pensato che sarebbe opportuno fare una iniziativa a favore dei Valsusini che sono oggetto di attacchi pesanti da parte della politica degli affari e del cemento
Ci troveremo perciò
MERCOLEDI' 22 GIUGNO 2011
alle ore 17.30
davanti alla Prefettura
via Cavour 1

Quello che accade in Piemonte non è una questione locale, ma l'espressione di una concezione della politica come gestione violenta degli "affari". E' gravissimo che esponenti politici come il sindaco di Torino arrivino ad invocare l'intervento dell'esercito per far finta di iniziare lavori che non hanno senso.
Ricordiamo le parole dall'ingegner Cancelli alla conferenza stampa del 17/6: "la portata della nostra lotta non è solo per difendere i nostri boschi, ma riguarda una truffa di carattere generale fatta a tutti gli italiani, di proporzioni tali che non ho mai visto prima; ...si giustifica la necessità di realizzare quest'opera con dati completamente falsi"
Quella delle grandi opere inutili è una patologia grave che affligge tutta l'Italia; in val di Susa è accaduto che un popolo testardo e amante della propria terra ha deciso di dire di NO allo scempio della loro valle e denunciare il furto nascosto dietro questi insulsi progetti.
La battaglia della Val di Susa è la battaglia di tutti noi, per chiedere che i soldi buttati in inutili tunnel tornino alla scuola, alla sanità, a creare lavoro utile, alla manutenzione dell'esistente per evitare che stragi come quelle di Viareggio debbano avvenire ancora (ricordiamo che per 28 anni si sono risparmiate pochissime risorse e non si è fatto mai alcun controllo a quei vagoni killer).
Dobbiamo essere grati a quei testardi montanari anche a Firenze, per questo vi aspettiamo tutti mercoledì alle 17.30 davanti alla Prefettura di Firenze.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie. Anche il più piccolo atto di solidarietà ci aiuta in questo momento difficilissimo a mantenere la rotta. E' ormai imminente un attacco al Presidio della Maddalena di Chiomonte da parte delle forze dell'ordine. Non sappiamo con quali esiti. Sarà un'ulteriore dimostrazione che in questo Paese malato chi governa non é in grado di confrontarsi con i cittadini e demanda la soluzione dei problemi alla mera violenza fisica. Diffondete, perfavore, questo messaggio. Doriana

Anonimo ha detto...

questa sera 26 giugno enorme fiaccolata da chiomonte alla maddalena
Siamo in attesa...
Grazie della solidarietà.
Pampalukko