05 ottobre 2011

COMUNICATO STAMPA

Le grandi infrastrutture inutili, come i tunnel TAV di Firenze, danneggiano il trasporto pubblico locale.
Appello al Presidente della Regione Toscana

Il Comitato contro il Sottoattraversamento AV di Firenze esprime tutto il suo imbarazzo dopo le dichiarazioni del presidente della Regione Enrico Rossi che teme addirittura che il Trasporto Pubblico Locale in Toscana possa arrivare al suo blocco per la riduzione di finanziamenti statali. Concordiamo con il Presidente nel valutare molto negativamente i tagli effettuati dal governo, ma non possiamo esimerci dallo stigmatizzare l'assurdità di perseverare nel progetto di sottoattraversamento TAV, opera dai costi enormi, soprattutto adesso in periodo di gravissima crisi economica e di altissimo debito pubblico.
Cittadine e cittadini del Comitato sono increduli nel vedere che l'argomento dei tunnel e della stazione ai Macelli, in questo momento, è completamente taciuto, mentre è chiaro che le scelte di grandi infrastrutture inutili sono uno dei principali motori del debito pubblico fuori controllo.
Il Comitato continua ad invitare al buon senso le istituzioni locali e il presidente Rossi; in particolare fa constatare che i treni dell'alta velocità e tutti gli altri continuano a passare dal nodo di Firenze senza trovare alcun ostacolo, mentre i problemi sono altrove, soprattutto nella carenza di materiale rotabile, di personale, di risorse economiche.
In questo momento sostenere ancora il progetto di sottoattraversamento o tacerne è impossibile; se il centro sinistra vuol candidarsi a guidare l'Italia fuori da questa crisi, nel sostegno a questa opera sbagliata ha trovato un pessimo viatico.

Nessun commento: