23 gennaio 2012

Meeting su LE “GRANDI OPERE INUTILI” E LA PROGETTAZIONE ALTERNATIVA DIFFUSA

Firenze, 3 e 4 marzo 2012

Saloncino del DLF, via Alamanni 6 (presso stazione Santa Maria Novella)


Il Comitato fiorentino che si oppone alla realizzazione dell'inutile tratto urbano di linea AV a Firenze sente il forte bisogno di avere un momento di confronto sulla situazione attuale di proliferazione di grandi infrastrutture in tutta Europa.

Avvertiamo chiaramente la necessità di lanciare le nostre lotte in una dimensione più vasta, di collegarle alle altre, perché unico è il motore malato che le genera.


Sabato 3 marzo
ore 9.30 – 13.00: Le “Grandi Opere Inutili” causa e/o effetto della crisi economica. Coordina Margherita Signorini (Italia Nostra)

* Simona Baldanzi, il pessimo lavoro nella “grandi opere inutili”; il caso Mugello, dai cantieri TAV a quelli della Variante di Valico
* Giorgio Cremaschi, le grandi opere e il lavoro, la finanza come strumento distruttivo della società, per una nuova prospettiva ambientale e sociale
* Winfried Wolf, la crisi economica, l'incidenza delle grandi opere nel debito e nella crisi europea
* Antonio Mazzeo, le grandi opere come ingresso privilegiato delle mafie nell'economia globale
* interventi

13.00 pranzo

ore 14,30 – 18.30: Le “Grandi Opere Inutili”, la truffa del modello TAV e della Legge Obiettivo, un quadro normativo da rivoluzionare. Coordina Ornella De Zordo (perUnaltracittà)

* Alberto Ziparo, la Legge Obiettivo: infrastrutture contro la pianificazione
* Domenico Gattuso, le grandi opere e la distruzione del sistema di mobilità italiano
* Ivan Cicconi, l'appalto come strumento di ristrutturazione economica e la finanziarizzazione delle grandi opere
* Comitato Stoccarda, un caso di lotta popolare
* Winfried Wolf, l'Europa e la politica delle infrastrutture, il caso Italia e Germania, prospettive per il futuro
* interventi

20.00 cena su prenotazione con musica dei CROZIP, gruppo musicale NOTAV

Domenica 4 marzo
ore 9.30 – 13.30: Le “Grandi Opere Inutili” e la crisi della democrazia; la “progettazione alternativa diffusa” come modello di ricostruzione sociale. Coordina Anna Pizzo (Democrazia Km0)

* Paolo Cacciari, il monopolio delle decisioni, il potere delle grandi imprese, la marginalizzazione dei cittadini, il tecnico come strumento di appropriazione delle decisioni
* Gianna De Masi, Valsusa: dalla partecipazione alla democrazia reale
* Giorgio Pizziolo, la progettazione dal basso e diffusa come alternativa alla partecipazione fittizia
* interventi e dibattito

Pomeriggio: passeggiata per la città alla scoperta della Firenze democratica

Ogni contributo sarà intervallato dall'intervento di un comitato. Interventi e dibattito saranno concentrati soprattutto nella sessione di domenica mattina, 4 marzo

Il tema dellegrandi opere inutilidiventa importantissimo perché è alla radice delle genesi del debito pubblico che non produce crescita, ma impoverimento.

Legrandi opere inutilicreano pochissimo lavoro e di pessima qualità, distruggono territori, risorse, lasciano abbandonato il patrimonio infrastrutturale esistente.

E' il momento di togliere dalle mani degli apprendisti stregoni che ci stanno portando al tracollo ambientale e sociale le sorti del pianeta e di chi ci vive.


Comitato contro il Sottoattraversamento TAV di Firenze

notavfirenze@gmail.com http://notavfirenze.blogspot.com/

338 3092948335 1246551

Nessun commento: