30 settembre 2013

Presidio davanti alla Regione Toscana

Il sistema economico politico di "rito toscano" sta squadernandosi davanti agli occhi di tutti con i suoi veleni.
In primo luogo il Tunnel TAV di Firenze sta dimostrando che chi ha sempre detto NO aveva ragione.
Troppi nodi vengono al pettine:

  • la rimozione dell'architetto Zita dal settore VIA è solo un sintomo,
  • c'è lo scandalo delle ASL, i vergognosi project financing su diversi ospedali
  • il Monte dei Paschi di Siena,
  • la geotermia dell'Amiata,
  • la distruzione delle Apuane,
  • il flop da 900 milioni del rigassificatore di Livorno,
  • la beffa degli inceneritori e delle energie rinnovabili,
  • l'ipocrisia sulla ripubblicizzazione dell'acqua...
Il bubbone è scoppiato e non possiamo più far finta di nulla.
Una giunta e una maggioranza che avessero un minimo di dignità darebbero le dimissioni e chiederebbero scusa a tutti i Toscani.
Per questo il Comitato No Tunnel TAV sarà il 1 ottobre alle ore 15.00 ad assistere alla sessione del Consiglio Regionale per guardare in faccia i responsabili di questo disastro.
In seguito si terrà un
Presidio davanti alla Regione Toscana
Martedì 1 ottobre 2013
ore 17.00
via Cavour, davanti al n°4
per dire NO a questa Toscana
per riprendersi la dignità di cittadini offesi 

Nessun commento: