16 settembre 2015

Ceccarelli: "RFI rinuncerebbe al sottoattraversamento TAV"

Segnaliamo volentieri questo articolo che non era passato alla nostra attenzione e nemmeno dei media.
Al link alcune dichiarazioni attribuite all'assessore regionale ai trasporti Ceccarelli; per noi non sono certamente cose nuove, ma si riconferma che RFI non sarebbe per nulla intenzionata a portare avanti questo progetto e ribadisce che la richiesta di eseguire i lavori sono soprattutto di origine locale, cioè è il PD toscano che lo vuole.
Molto probabilmente tutto quanto detto da Ceccarelli sarà smentito da lui stesso e si avrà un coro di prefiche a piangere sulla morte del progetto più stupido che sia stato pensato in riva d'Arno, ma è altrettanto possibile che le difficoltà intrinseche (smaltimento terre e danni agli edifici) facciano abortire i lavori.
È  pertanto scandaloso che RFI faccia arrivare a Firenze la nuova fresa e che la faccia montare con un ulteriore costo di 25 milioni.
TUTTO QUESTO NON DEVE ASSOLUTAMENTE FARCI CREDERE DI AVER VINTO, PERCHÉ COSÌ NON È. La follia andrà avanti ancora per gonfiare le spese e consentire comunque al costruttore grandi guadagni e di ferire ulteriormente la città (l'impatto sulla falda è presente e non mitigato a sufficienza, ai Macelli si sta scavando una voragine che poi nessuno riempirà).
QUESTO È IL MOMENTO DI INTENSIFICARE I NOSTRI SFORZI E LE NOSTRE DENUNCE.
PARTECIPIAMO:
MARTEDÌ 22 DALLE ORE 15.30 ALLE ORE 18.00 DAVANTI ALLA SEDE DEL CONSIGLIO REGIONALE, via Cavour 4

Nessun commento: